Dal seme alla pizza

Dal seme alla pizza

Dal seme alla pizza

La pazienza è la virtù dei forti, quindi, in attesa della pizza di stasera, mi accingo a penetrare le tribolate archai della natura dedicandomi al giardinaggio. Di solito non riesco ad immaginare altri impieghi per i pollici opponibili. Altri rispetto alla nobile arte culinaria del mangiare (urge la presente specifica dacché qualche ingenuo potrebbe credere ch’io abbia a dilettarmi nella preparazione di ciò che ingurgito).

Questa mattina ho riscoperto l’esistenza di una manus habilis.
Tutto è andato pressapoco nei termini che seguono.

La sera precedente (l’altro ieri, n.d.r.) ho raccolto 18 semoni di Cycas.

Come può apprezzarsi dalla foto, i semi hanno dimensioni notevoli, specialmente prima di essere sgusciati. Si presentano con un aspetto e una dimensione simile alle castagne, sebbene il colore e la topologia degli stessi non lascino adito a dubbi circa la propria natura.

Un seme con guscio può impiegare dai 3 ai 9 mesi per germogliare.
Per accelerare il processo a meno di trenta giorni è possibile rimuovere il guscio esterno incidendolo con un seghetto per ferro e poi premendo o separando i due lembi dello stesso.
L’operazione è molto delicata perché il seme è estramente aderente al guscio, occorre quindi valutare con attenzione quando interrompere l’incisione e procedere con regolarità certosina lungo la direzione circonferenziale del guscio.

Una volta ultimato il lavoro, questo è il risultato.
L’operazione ha richiesto circa due minuti per seme, per un totale di circa mezz’ora.
Successivamente i semi andranno “piantati”.

Prima dell’operazione è bene ispezionare i semi uno per uno e umidificarli con uno spruzzino ad acqua.
E’ importante che i semi non presentano lesioni eccessive (per quanto inevitabili) nella direzione circonferenziale.

E’ quindi giunto il momento di “piantare” i semini. La terra funziona, ma è meglio creare una serra artificiale avvolgendo i semi nella carta, umidificandola e inserendo tutto in una vaschetta di plastica chiusa.

Prima dell’operazione è bene ispezionare i semi uno per uno e umidificarli con uno spruzzino ad acqua.

Adesso i semi riposano in attesa di germogliare. Vi tengo aggiornati.

Flashforward: Aggiornamento del 31/08/2023

Ieri sono germogliati quasi tutti i semi! I germogli verdi che vedete in foto sono le radici. I semi dovranno quindi essere trapiantati in un vaso con le radici rivolte in basso.

Flashback, torniamo ad oggi

Data la stanchezza, la sera non può mancare la compagna salata di una deliziosa pizza ristoratrice.

Se nasceranno, due delle piantine che nasceranno si chiameranno rispettivamente A. ed S., come buon auspicio di lunga vita per due persone speciali.


Per fare un albero ci vuole un fiore, per fare una pizza ci vuole un napoletano!


Condividi questo articolo :)
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Commenta per partecipare alla discussionex