Da ingegnere a architetto

Da ingegnere a architetto

Da qualche settimana ho subito un doloroso downgrade da ingegnere ad architetto.

Ho iniziato ad occuparmi di pratiche edilizie. Planimetrie, sezioni e prospetti su autocad, rilievi, etc.
In realtà lo scopo è apprendere gli strumenti del mestiere per costruirmi una autonomia tecnica nelle pratiche che potranno interessare i miei immobili. A questo scopo ho richiesto anche il certificato attestante l’abilitazione alla professione di ingegnere, avendo superato con successo l’esame di stato nel lontano 2020.
Al momento non intendo firmare alcunché, mi limito ad apprezzare la compagnia del mio “istruttore” (un architetto, sigh!) che sa essere anche molto dialogante quando la situazione lo richiede.
Ho ripreso dimistichezza con AUTOCAD, per quanto io preferisca lavorare con SOLIDWORKS, ben più prossimo alle ragioni della meccanica. La modellazione 2D è a tratti affliggente.
A proposito dell’ultima locuzione, sembra trascorsa un’eternità dall’ultima volta che ebbi a chiacchierare con una donna che ha occupato per mesi i miei pensieri. Spesso penso alla mia vita simulando che la nostra relazione abbia funzionato. Poi torno in me, consapevole che i sognatori sono destinati alla frustrazione. Trovo più rispettoso vivere la concretezza del momento, senza lanciarmi in scenari melliflui e affabulatori.
Ho poco tempo per scrivere perché sono preso da mille attività.
Nel fine settimana tornerò a gustare il piacere del dolce far nulla, volgarmente intervallato dal sofferto studio dell’ultimo esame che paziente attende che mi decida a sbarazzarmi di lui.

Spero che la seconda laurea in ingegneria ravvivi il me l’orgoglio per la meccanica, perché da ingegnere ad architetto… è un lampo!

Condividi questo articolo :)
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Commenta per partecipare alla discussionex