Sconti per docenti e personale del ministero? Tutta fuffa

Sconti per docenti e personale del ministero? Tutta fuffa

E venne il giorno. Oggi, 9 Ottobre 2023 si è resa finalmente disponibile la piattaforma del ministero dell’istruzione e del merito che da settimane millantava presunti sconti per docenti e personale ATA.
Ho subito subodorato la truffa. Gli sconti applicati sono legati a convenzioni tra ministero ed enti erogatori. Anche la carta giovani promette sconti mozzafiato per chi acquista un biglietto del treno e dell’aereo. La verità è decisamente più torbida. Lo sconto Italo del 20% non funziona, e se funziona è comunque inutile perché sovrascritto (a annullato) dalle altre promozioni più vantaggiose che il provider ferroviario già eroga normalmente.
Un esempio? Ho provato ad acquistare un biglietto da Napoli per Roma nella giornata del 12 Ottobre 2023, scegliendo una diversa data di ritorno per evitare che Italo sovrascrivesse il codice promo con la promozione “A/R in giornata”. Risultato? Gli stessi identici prezzi.

CON PROMOZIONE APPLICATA

SENZA PROMOZIONE APPLICATA

Un danno per il personale della scuola

Le millantierie dello stato e del ministero dell’istruzione e del merito a proposito di sconti per docenti e personale scolastico mortificano socialmente una categoria già allo stremo. Il messaggio che i giornali hanno veicolato è infatti quello di una carta servizi iper vantaggiosa per i dipendenti del ministero. La verità è ben diversa dalle aspettative. Si tratta di campagne pubblicitarie a costo zero che hanno come unica mira il lavaggio dei cervelli. Chi non vive quotidianamente la mortificante realtà scolastica rafforzerà la propria convinzione che i docenti siano una categoria di privilegiati e scansafatiche, ma che ora i loro già bassi stipendi sono finalmente all’altezza della mansione che svolgono perché Italo e altre provider offrono loro sconti mozzafiato del 30% su treni e aerei!

Caro ministro, se davvero vuole aiutare i docenti e il personale ATA aumenti gli stipendi e riduca la burocrazia nelle scuole e restituisca dignità ai docenti abolendo definitivamente i vincoli di mobilità!

La sua iniziativa, per quanto lodevole, merita di essere etichettata per ciò che davvero essa è: una truffa!
Vergogna!

Condividi questo articolo :)
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Commenta per partecipare alla discussionex